MAKE YOUR  MARK
Consigli per imparare a sciare (anche da adulti)

Consigli per imparare a sciare (anche da adulti)

Lo sci è uno sport che fa bene a corpo e mente, può essere praticato a qualsiasi età e apre anche l’opportunità di trascorrere rigeneranti vacanze in montagna, a contatto con la natura e l’aria fresca. Imparare a sciare da adulti è decisamente possibile, anche se non si ha fatto esperienza da bambini, nell’età in cui si assorbe più facilmente la tecnica. Basta un po’ di motivazione e buona volontà e si possono apprendere tutte le tecniche base fino a perfezionarle nelle più avanzate, grazie al supporto di un maestro delle numerose scuole di sci esistenti.

Imparare a sciare da soli, infatti, non è assolutamente consigliabile, perché lo sci richiede la conoscenza di alcuni fondamentali tecnici oltre che al rispetto di alcune norme di sicurezza, come il comportamento da tenere in pista. Imparare da soli comporterebbe il rischio di assorbire tecniche, movimenti e comportamenti sbagliati, mettendo in pericolo se stessi e gli altri.

Come imparare a sciare: i corsi di sci

Assodato che si possa provare a sciare a qualsiasi età, e che anzi un terzo delle persone che imparano a sciare per la prima volta è adulto, si può iniziare a valutare come fare. Innanzitutto è bene armarsi di determinazione e voglia di imparare, senza lasciarsi scoraggiare dagli errori. Con queste premesse, il percorso di apprendimento è breve e veloce: bastano poche lezioni nei corsi di gruppo o individuali per imparare tutte le basi necessarie. Il modo migliore per imparare è infatti quello di affidarsi a un maestro di sci.

Si tratta di una persona che farà da figura di riferimento per tutto il corso. Solo con un maestro da sci è possibile imparare a muoversi correttamente sulla neve, apprendere i fondamentali dello sci alpino e padroneggiare tutti i movimenti di base. Si vedranno inoltre tutte le regole di comportamento e di sicurezza da seguire in pista, il miglior modo per affrontare le discese ma anche per salire sull’impianto di risalita. Senza dimenticare i momenti di pausa, in cui saprà indicare i migliori punti panoramici, i rifugi e gli aprés ski.

Quanto ci vuole per imparare a sciare?

L’apprendimento è soggettivo e dipende da fattori come la forma fisica, la motivazione e il tempo a disposizione. Tuttavia, si può affermare a livello generale che bastano uno o due giorni di lezioni di sci per apprendere la tecnica di base, mentre in meno di una settimana si è già pronti ad affrontare le piste di livello più facile da soli, senza particolari problemi di autonomia o di sicurezza.

Le tecniche di base per muovere i primi passi

Con l’aiuto di un maestro di sci non c’è da temere nulla dalla prima volta che si indossano gli sci. È consigliato arrivare in anticipo alla prima lezione e approfittarne per un po’ di riscaldamento muscolare. Dopodiché si inizierà a prendere confidenza con gli sci, provando a camminare, prima con uno solo e poi con tutti e due, sia in avanti che all’indietro, provare ad aprire e chiudere “a spazzaneve”, cadere e rialzarsi, fare piccoli salti sul posto e così via. Una volta presa confidenza, si impara la tecnica.

Scivolare sulla neve

Questa è la prima fondamentale abilità da acquisire in pista per iniziare a sciare: scivolare sulla neve su lievissima pendenza. Per poterla padroneggiare sarà necessario fare diversi esercizi per aumentare la consapevolezza del proprio corpo e gli automatismi del gesto tecnico: scivolare in attraversamento sulla pista, in avanti e indietro, con rotazioni del busto e diverse inclinazioni del corpo.

Frenare in sicurezza

Prima di affrontare pendenze maggiori, è bene imparare come frenare, controllando la velocità e fermandosi su un pendio leggermente inclinato. Come nel primo caso, esistono diversi esercizi propedeutici a questa tecnica: scivolare e poi frenare a spazzaneve, cioè divaricando le code degli sci e mantenendo le punte ravvicinate, frenare a intermittenza, con le mani sulle ginocchia, all’indietro, con un piede e così via.

Perfezionamento

Una volta padroneggiate la scivolata e la frenata, sarà possibile procedere con le tecniche successive, sempre più da affinare man mano che si va avanti: curvare a spazzaneve e poi ridurre l’apertura, curvare a sci paralleli, curvare con appoggio del bastone, curvare in traiettorie definite, curvare in conduzione sfruttando la deformazione, per poi arrivare al perfezionamento agonistico e freeski.

Prepararsi alla prima sciata: abbigliamento e attrezzatura

L’attrezzatura da sci può essere molto costosa e non è immediato trovare quella adatta alle proprie esigenze. Il consiglio è, per la prima volta, di rivolgersi a un noleggio sci per prendere tutta l’attrezzatura: sci, scarponi, bastoncini e casco, così non solo da risparmiare ma anche da rendersi conto di cosa si preferisce in termini di comodità, caratteristiche, misure e così via. Per la prima volta su pista, vanno benissimo degli sci all mountain di lunghezza ridotta, non necessariamente correlata alla statura, e uno scarpone di calzata comoda e facile.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, l’ideale è vestirsi a strati: uno strato interno traspirante con un intimo costituito da maglia e ghette termiche; uno strato intermedio per mantenersi al caldo con un pile o una giacca leggera e, infine, uno strato esterno con giacca e pantalone da sci antivento, idrorepellente e imbottito. Vestirsi a strati permette flessibilità per adattarsi alle variazioni di clima. Da non dimenticare o sottovalutare sono gli occhiali da sci che devono essere indossati per proteggere gli occhi.

Comprensori con piste per principianti

Per scegliere la pista da sci dove praticare per le prime volte, bisogna considerare diversi fattori. La divisione delle piste è il primo e più importante. Le piste per principianti sono contrassegnate come “blu” e hanno una pendenza inferiore al 25%. Le Alpi sono ricche di località sciistiche ideali per principianti, con una varietà di piste blu, facili e accessibili, e anche possibilità di fare giri a piedi:

  • Alpe di Siusi (Alto Adige), con dolci pendii e paesaggio dolomitico, consigliato per la settimana bianca degli sciatori poco esperti o per le famiglie con bambini;
  • Alta Badia (Alto Adige), vastissimo comprensorio con discese dolci perfette per chi si avvicina allo sci per la prima volta, perché la maggior parte sono semplici;
  • Breuil Cervinia (Valle d’Aosta), con piste piuttosto semplici a quote elevate, un campo scuola a valle e l'area del Plan Maison, una pista blu lunga e facile;
  • Torgnon (Valle d’Aosta), comprensorio semplice di medie dimensioni, con esposizione al sole per gran parte della giornata e baby park sulla neve;
  • Passo del Tonale (Lombardia), con numerose piste pianeggianti adatte ai principianti, tra cui la Valbiolo, un tracciato lungo ma non impegnativo.
Post precedenti
Post successivi
Chiudi (esc)

Popup

Use this popup to embed a mailing list sign up form. Alternatively use it as a simple call to action with a link to a product or a page.

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.
Continua