⚡️🎄 Acquista entro il 21/12 per aprire i tuoi regali a Natale 🎄⚡️

MAKE YOUR  MARK
Come vestirsi per un trekking invernale

Come vestirsi per un trekking invernale

Fare trekking d’inverno comporta difficoltà legate alle basse temperature, che d’estate sono presenti solo in parte e solo a determinate altitudini: da una parte, la dispersione del calore e dell’umidità per evitare il sudore stagnante e, dall’altra, il mantenimento di una temperatura corporea ideale. Escursionismo equivale a movimento e movimento equivale a sudore, sia d’estate che d’inverno: vestiti troppo pesanti risultano d’intralcio. Ma, specialmente una volta raggiunte certe quote o una volta fermi, è indispensabile tenersi al caldo. Per ottenere entrambi questi risultati, la soluzione di abbigliamento per il trekking invernale è solo una: la vestizione a strati.

La vestizione a strati nell’abbigliamento per un’escursione invernale

Cosa comprare per andare sulla neve? Pur in condizioni meteorologiche e climatiche simili, i trekking invernali non sono tutti uguali e decidere come vestirsi varia di volta in volta a seconda dell’escursione che si deve affrontare. Con la difficoltà ulteriore che in montagna le temperature possono cambiare repentinamente. Termoregolazione, traspirabilità, protezione: quando si deve camminare in montagna d’inverno, è necessario portare con sé dei capi da aggiungere o togliere in funzione dello sforzo o della condizione climatica in cui ci si trova. La vestizione a strati funziona su tre livelli:

  • Il primo strato o baselayer è a diretto contatto con il corpo e ha lo scopo di assorbire il sudore e lasciare la pelle calda e asciutta;
  • Il secondo strato o midlayer serve a trattenere il calore corporeo e proteggere dal freddo. Si tratta solitamente di capi felpati da indossare sotto la giacca oppure da soli, quando si comincia o al termine dell’escursione;
  • Il terzo strato o outerlayer offre protezione da pioggia, neve e vento. Una giacca per camminare in inverno è un capo più o meno imbottiti, con un trattamento esterno che garantisca una protezione completa dagli agenti esterni.

Trekking invernale: come vestirsi

Come vestirsi per fare trekking nelle temperature più rigide? L’abbigliamento per una camminata in inverno deve essere adeguato alle specifiche condizioni climatiche. Nella parte superiore del corpo, base layer, mid layer e outer layer devono essere adeguati alle temperature e allo sforzo fisico. Nella parte inferiore, pantaloni, calze e scarponi devono proteggere dal freddo e fornire un buon appoggio su superfici mutevoli. Infine, l’attrezzatura da montagna da non dimenticare: cappello e guanti, per un comfort completo.

Il base layer

Come vestirsi per camminare sulla neve? Il primo strato, come accennato, allontana il sudore dal contatto diretto con la pelle, prima verso il mid layer e poi verso il guscio impermeabile e l’ambiente esterno. Può essere per esempio un lupetto in tessuto tecnico, pensato per luoghi umidi e ricchi di precipitazioni, ma anche per tutte le situazioni in cui le condizioni climatiche sono rigide e avverse.

Il mid layer

Leggero, idrofugo e traspirante, lo strato intermedio è il più importante per mantenere la temperatura corporea. Il materiale più utilizzato è il pile, che tende a non impregnarsi e continua a svolgere la propria funzione isolante anche in condizioni di sudorazione estrema. Può essere per esempio un fleece in tessuto naturale, traspirabile e dalle proprietà termoregolatrici.

L’outer layer

Questo è lo strato prettamente protettivo dagli elementi atmosferici, i quali determinano come vestirsi per le escursioni in montagna in autunno e inverno. Una giacca per trekking invernale può essere anche un capo ibrido, protettivo e allo stesso tempo traspirante nei punti di maggiore traspirazione, capace di garantire calore, morbidezza e traspirabilità, oltre a protezione dal vento, elasticità e leggerezza.

I pantaloni

Sulle gambe sono ottimi dei pantaloni in tessuto tecnico, leggermente felpati, caldi e traspiranti. Possono essere per esempio pantaloni con ghette incorporate. Ottimi anche dei leggins che garantiscano una corretta compressione muscolare, resistenti e traspiranti, ma anche capaci di mantenere un’ottimale temperatura corporea.

Il cappello

La testa è una delle parti del corpo più esposte e che disperde più calore e pertanto va adeguatamente protetta. Una buona protezione potrebbe essere una cuffia tecnica, che assicuri calore e protezione, meglio ancora se abbinata a uno scaldacollo per proteggere anche la bocca nelle condizioni più estreme.

I guanti

Anche le mani sono molto esposte agli agenti atmosferici e necessitano di protezione. Esistono guanti leggeri e guanti più pesanti, da usare anche in abbinamento, fino ad arrivare alle manopole o muffole. Un buon compromesso è un paio di guanti ad alta capacità termica che permetta però anche di usare il touchscreen grazie a pollice e indice sensibili.

Calze e scarponi

Ultime ma non meno impartanti, calze e scarponi. In inverno ci vogliono scarponi tecnici che non garantiscano solo un’elevata impermeabilità, ma anche alti standard di isolamento. La struttura esterna dello scarpone dovrà essere più rigida e resistente, adatta a fornire il giusto supporto per ciaspole o ramponcini, utilizzati per i trekking sulla neve. Una calza tecnica di alta qualità garantisce la perfetta aderenza tra il piede e lo scarpone, garantendo un primo isolamento termico e presidio contro la sudorazione.

Escursione in montagna: cosa portare nello zaino in inverno

Le cose da portare per un trekking invernale non sono sempre capi da avere sempre indosso, ma anche strati aggiuntivi, accessori e attrezzatura da tenere nello zaino. A seconda della difficoltà e della durata dell’escursione, può essere necessario uno zaino per camminata anche fino a 30 litri, per riporre indumenti che non si usano e per contenere la pala e la sonda. Lo zaino dovrebbe essere dotato di laccetti laterali per poter appendere ciaspole e bastoncini quando non si usano. Dentro lo zaino per ciaspole e non solo è consigliabile portare:

  • Pile pesante, oppure un piumino leggero di scorta;
  • Giacca a vento, come protezione in caso di vento forte o durante una nevicata;
  • Calzamaglia, utile da mettere sotto i pantaloni nel caso in cui il freddo sia intenso;
  • Guanti pesanti o moffole, a seconda delle temperature e delle preferenze;
  • Maglia in tessuto tecnico e calze di ricambio
  • Thermos con bevanda calda e cibo;
  • Crema solare e burro cacao;
  • Occhiali tecnici contro il riflesso della neve.
Post precedenti
Post successivi
Chiudi (esc)

Popup

Use this popup to embed a mailing list sign up form. Alternatively use it as a simple call to action with a link to a product or a page.

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.
Continua