MAKE YOUR  MARK
DKB e RadiciGroup presentano la prima tuta da sci circolare

DKB e RadiciGroup presentano la prima tuta da sci circolare

Oggi una tuta, domani uno scarpone o un attacco da sci. Dalla Valle Seriana arriva una vera e propria case history di circular economy, firmato DKB e RadiciGroup: la prima tuta da sci progettata a km 0 e pensata per inserirsi in un processo produttivo circolare. Realizzata con tessuto riciclato, è ingegnerizzata per poter essere a sua volta riciclata a fine vita.

“Il nostro primo interlocutore”, racconta Roberto Loda, CEO di DKB, “è stato lo Sci Club RadiciGroup, che ci ha chiesto di realizzare un capo che fosse allo stesso tempo bello, confortevole e performante. Tra le moltissime idee che sono nate, ha prevalso quella di realizzare una tuta sostenibile, in tessuto riciclato. Abbiamo ideato il modello e perfezionato lo stile, cercando di ottenere la massima performance”.

Comfort, design e performance non mancano in questo completo, composto da giacca e pantaloni, realizzato in RENYCLE®, un filato prodotto da RadiciGroup, leader mondiale nella produzione di intermedi chimici, polimeri di poliammide, tecnopolimeri ad alte prestazioni e soluzioni tessili avanzate. RENYCLE® deriva dal riciclo meccanico della poliammide (nylon), che consente risparmi significativi in termini di impiego di energia, di emissioni di CO2 e di consumo di acqua.

La sostenibilità della tuta non si limita al tessuto. Anche l’imbottitura e i numerosi accessori della tuta, tra cui le zip, i velcri, i bottoni e il filo delle cuciture sono in poliammide riciclabile: un traguardo ottenuto a seguito di un grande lavoro di squadra tra DKB e RadiciGroup per la ricerca e sviluppo di materiali tra loro chimicamente affini e utilizzabili in queste specifiche applicazioni, che richiedono performance tecniche elevate. DKB all’interno del progetto si è occupata in particolare dello studio tessile e delle componentistiche, andando a ricercare le migliori sintesi di performance, resistenza e design.

La composizione quasi mono-materiale consente di facilitare in modo significativo il riciclo del capo a fine vita, attraverso la sua trasformazione in nuovo materiale polimerico utilizzato per produrre, ad esempio, componenti di scarponi e attacchi da sci, o che può trovare applicazione nell’ambito automotive, nell’arredamento o in qualsiasi settore che preveda l’utilizzo di poliammidi ad alte prestazioni. 

“Abbiamo fatto il possibile”, continua Loda, “per rendere questo tessuto il più performante possibile, sia a livello di prestazioni meccaniche, come la resistenza, sia a livello di prestazioni fisiche, come l’impermeabilità. Abbiamo fatto prove anche dal punto di vista tintoriale, con l’obiettivo di ottimizzare la solidità alla luce, cioè la capacità di mantenere intatto negli anni il colore originale”.

Un progetto di eco-design e di economia circolare a tutto tondo applicato al mondo della moda e dell’abbigliamento, che concretizza il claim “Una sostenibilità all’altezza delle nostre montagne”, riportato all’interno della giacca. La montagna è parte stessa del DNA aziendale di DKB, che fa tesoro delle proprie origini nel cuore delle valli bergamasche e promuove con i propri capi un rapporto intimo e spontaneo con l’ambiente naturale. Un approccio sostenibile a 360°, testimoniato anche dal fatto che la tuta sviluppata per lo Sci Club RadiciGroup è stata pensata per avere una durata eccezionale per la media dei capi per atleti professionisti.

“La durata è garantita per 3-4 anni”, afferma Loda: “un risultato straordinario, considerando che si tratta di un capo che verrà usato quasi tutti i giorni per circa quattro mesi l'anno. La durata si riferisce al mantenimento ottimale delle prestazioni, che inevitabilmente sono destinate a decadere, mentre come resistenza all’usura, quindi in termini di performance meccanica, potrebbe essere addirittura superiore”.

La composizione in nylon, per la natura di questo materiale, permette inoltre alla tuta di avere un peso significativamente inferiore rispetto alle tute tradizionali e un ingombro estremamente ridotto, garantendo al contempo una resistenza agli urti e all’usura di gran lunga superiori ai capi attualmente in commercio. Si conferma così l’impegno di DKB verso la creazione di capi di abbigliamento sportivo dai più alti standard tecnici e di comfort, pensati per durare a lungo nel tempo.

Nella fase di progettazione è stata dedicata una particolare attenzione allo stile e ai dettagli di design, per coniugare le esigenze di comfort a quelle agonistiche. Pur partendo da un filato ottenuto da materiale di scarto, si è riusciti a realizzare un tessuto con un colore blu opaco e morbido al tatto, con una linea molto “pulita” ed elegante. Un altro particolare da sottolineare sono gli inserti in tessuto in poliammide ad esagoni nero presenti sia sulla giacca che sui pantaloni, studiati appositamente per rinforzare il tessuto esterno e aumentare la resistenza all’abrasione, al taglio e alle basse temperature.

“In fase di test la tuta ha ottenuto risultati più che eccellenti”, riporta Loda: “una resistenza all'abrasione oltre100mila cicli, un livello di impermeabilità adatto ad un utilizzo professionale e una qualità testimoniata da una produzione tessile 100% made in Italy. Per non parlare della resistenza ai lavaggi: il capo che abbiamo utilizzato per i test tecnici è stato lavato 15 volte e non ha subito il benché minimo deterioramento”.

Design e sostenibilità, performance e rispetto per l’ambiente. Afferma Angelo Radici, presidente di RadiciGroup: “La collaborazione con un partner di eccellenza nel panorama dell’abbigliamento sportivo come DKB è stata continua e sinergica, anche grazie alla possibilità di confrontarci ‘sul campo’, essendo un’azienda con sede vicino alla nostra. Credo che la valorizzazione di filiere locali e tracciabili sia un altro plus che questa divisa porta con sé”.

Atleti e allenatori dello Sci Club RadiciGroup saranno i primi ad indossare la divisa nella stagione invernale 2021-22, diventando così non solo i tester delle prestazioni tecniche della tuta, ma anche i primi testimonial di questa iniziativa di sostenibilità concreta. Lo Sci Club RadiciGroup conta più di 100 atleti dai 6 ai 18 anni che gareggiano nelle varie categorie giovanili: un’eccellenza del territorio, legata a doppio filo con la montagna e con DKB, fornitore ufficiale delle divise del team Monte Pora, sulle cui piste sciano gli atleti Sci Club RadiciGroup.

Il modello sarà ulteriormente sviluppato per un uso tecnico-specialistico da parte di atleti professionisti ma entrerà anche a far parte della nuova collezione che DKB proporrà nei migliori negozi di articoli sportivi a partire dalla stagione invernale 2022, rivisitato secondo le scelte stilistiche dell’azienda per atleti e appassionati dello sci attenti al design, alle performance e all’ambiente.

Post precedenti
Post successivi
Chiudi (esc)

Popup

Use this popup to embed a mailing list sign up form. Alternatively use it as a simple call to action with a link to a product or a page.

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.
Continua