MAKE YOUR  MARK
Abbigliamento per ciaspolata, cosa e come scegliere

Abbigliamento per ciaspolata, cosa e come scegliere

Esistono mille modi diversi di godersi la montagna d’inverno e le ciaspole sono uno di questi: accessibili a tutti, anche i più piccoli, aprono opportunità con diversi gradi di difficoltà a seconda dell’esperienza. Le ciaspole (o racchette da neve) sono degli "zatteroni" che, attaccati a dei normali scarponi da trekking, permettono di non sprofondare nella neve fresca e di non scivolare sulla neve dura o ghiacciata. È così possibile godersi splendide passeggiate in contesti innevati. Nulla come guadagnarsi un panorama mozzafiato sapendo di esserci arrivati con le proprie gambe, sfidando il freddo e la neve! Come ogni altra attività sportiva, invernale e non, richiede però una certa preparazione, fisica ma anche e soprattutto tecnica.

Camminare sulla neve: introduzione alle ciaspole

Camminare sulla neve

Camminare con le ciaspole non è… una passeggiata: fare lo stesso percorso in estate e in inverno con le ciaspole comporta una differenza di sforzo fisico del 40-50%. Questo perché, nonostante le ciaspole, si sprofonda sempre un po’ nella neve, con conseguente dispendio energetico. Inoltre, alle basse temperature il fisico consuma molta più energia per mantenere il calore corporeo. E con le ciaspole si fatica anche in discesa! Ma niente paura, basta seguire alcuni accorgimenti:

  • Tieni le gambe più aperte del normale per evitare di calpestare le parti interne delle racchette;
  • In salita usa la punta per fissare i piedi ben saldi sulla neve;
  • In discesa cammina piantando prima il tallone e poi la punta, tieni le ginocchia piegate e rilassate e il peso del corpo leggermente indietro;
  • In caso di caduta - e potrebbe succedere molto spesso, finché non ti abitui ai movimenti! - per rialzarti piegati in avanti fino ad avere le ginocchia sotto di te e rimettiti in piedi aiutandoti con una spinta decisa sui bastoncini;
  • Sulla neve fresca e polverosa, usa la tecnica del kick-step: calcia la neve con la punta dello stivale per creare un foro in cui mettere il piede e fare il passo;
  • Evita la neve molto dura, specialmente se ghiacciata, a meno che tu non possa scegliere un percorso poco ripido.

Racchette per camminare sulla neve: quali scegliere

Racchette da neve? Ciaspole? Ramponi? Sul mercato esistono diverse soluzioni per ciaspolare sulla neve: vanno scelte in base al percorso scelto, alla frequenza di utilizzo e alle dimensioni corporee rispetto a quelle dell'attrezzo. Alcune linee guida generali:

  • Più grandi sono le ciaspole, più saranno in grado di sostenere il peso: valuta la tua scelta sulla base della tua costituzione (e del peso dello zaino che porterai!);
  • Scegli ‘attacchi rotanti’ per avere un maggiore controllo e una maggiore capacità di rotazione o ‘attacchi fissi’per facilitare il passo su rami, rocce e altri piccoli ostacoli;
  • In pianura, in presenza di neve profonda, scegli racchette lunghe per una maggiore stabilità,
  • Su terreni ripidi, dove la neve è meno profonda, scegli racchette corte e più maneggevoli;
  • Per grandi pendenze, neve battuta, ghiaccio o terreno ghiacciato preferisci i ramponi alle ciaspole.

Calzature da neve: breve guida agli scarponi per ciaspole

Non servono calzature progettate appositamente per andare con le ciaspole: bastano degli scarponi da trekking che riescano a mantenere i tuoi piedi asciutti e al caldo. Devono essere adatti alla neve, quindi impermeabili e isolanti, e adatti per essere indossati a lungo. Oltre alla protezione termica, devono inoltre garantire una giusta traspirazione per evitare l’eccessiva sudorazione: l’umidità interna è il primo pericolo da evitare.

È essenziale anche un’ottima resistenza della parte esterna e dell’intersuola che deve offrire la giusta elasticità senza torsioni laterali o longitudinali, così da garantire una camminata comoda e sicura. Suole spesse e tomaie in gomma o in pelle sono ottime soluzioni per mantenere il piede ben caldo anche in caso di condizione meteorologica avversa. L’ideale è abbinare un paio di calze di lana o sintetiche e traspiranti.

Le ciaspole sollecitano molto le articolazioni: per proteggere le caviglie è importante che gli scarponi siano abbastanza alti da proteggere adeguatamente la caviglia. Niente moon-boot, doposci, scarponi da snowboard o altre scarpe poco rigide che offrano bassi livelli di protezione: una buona soluzione è rappresentata dagli scarponi da trekking in pelle, più costosi ma anche più prestanti.

Trekking invernali: idee per ciaspolate

Trekking invernale

Per le ciaspole esistono principalmente tre diverse tipologie di percorsi: stazioni per lo sci di fondo, aree autorizzate dove è possibile parcheggiare e inoltrarsi nei sentieri vicini e foreste nazionali e parchi statali con percorsi mappati, sentieri stabiliti e aree controllate. Ecco alcuni suggerimenti per trekking sulle ciaspole in Italia.

Monte Bianco

Oltre a Courmayeur, nota località turistica valdostana da cui partono tante escursioni sulla neve, i piedi del Monte Bianco riservano moltissimi percorsi per trekking invernali (anche notturni!) passeggiate pianeggianti e sentieri sulle tracce dei camosci.

Massiccio dello Chaberton

In Piemonte, in Alta Val di Susa, sono tanti gli itinerari con le ciaspole offerti da Clavière: un'occasione unica per muoversi sotto l'imperioso massiccio dello Chaberton, che domina la scena con i suoi 3131 m.

Val di Sole

Sulla neve non si può solo sciare: la Val di Sole, in provincia di Trento, riserva molti sentieri suggestivi adatti al trekking invernale, per tutte le difficoltà e tutti i livelli di esperienza. Di notevole fascino è il sentiero dei masi di Valorz.

Cosa indossare durante un’escursione con le ciaspole

Vestirsi adeguatamente per una ciaspolata non è come scegliere l'abbigliamento da trekking tradizionale: serve non solo mantenere un corretto equilibrio termico durante tutta l’escursione, ma anche garantire un’ottimale capacità di movimento, viste le complicazioni che le ciaspole comportano. Quindi niente giacche e pantaloni troppo pesanti che fanno sudare: meglio vestirsi a cipolla indossare più strati di vestiti leggeri che diano la possibilità di regolarsi in base alla temperatura.

  • Il primo strato, a diretto contatto con il corpo, deve far traspirare il sudore e lasciare la pelle calda e asciutta. Materiali tecnici traspiranti sono ottime opzioni, ma niente cotone né lana in quanto assorbono il sudore ma non lo espellono come i materiali traspiranti lasciando il corpo bagnato;
  • Il secondo strato, detto anche strato intermedio o isolante, deve garantire protezione termica. Capi felpati, calde giacche in pile e altri vestiti mediamente leggeri sono da privilegiare;
  • Il terzo strato, detto anche guscio o strato esterno, è quello che assicura protezione da pioggia, neve e vento. Giacche da trekking, giacche termiche, capi più o meno imbottiti, impermeabili, idrorepellenti o antivento appartengono a questo strato.

Da evitare, nella parte inferiore, i pantaloni da sci, particolarmente rigidi e ingombranti, perfetti per proteggere dagli urti con la neve in caso di cadute durante le discese, ma molto limitanti in termini di libertà di movimento. Meglio i pantaloni tecnici da trekking invernali, specialmente abbinati alle ghette, che impediscono alla neve di insinuarsi sotto al pantalone e dentro alle scarpe. Da non dimenticare gli occhiali da sole per proteggersi dal riverbero della neve!

Abbigliamento per ciaspolata DKB: protezione e mobilità

DKB porta al mondo delle ciaspole l’expertise maturata negli anni di esperienza nel mondo dell’abbigliamento tecnico per lo sci: una storia di capi di prima qualità, studiati per garantire le migliori prestazioni sulle piste. Che si tratti di una corsa sulla neve, nordic walking o una semplice ciaspolata in compagnia, DKB offre il giusto abbigliamento per goderti al meglio la tua attività.

I capi della collezione Alpine Touring permettono un’efficace vestizione a strati per ciaspolata, evitando capi eccessivamente imbottiti e preferendo capi protettivi, in lana merino, studiati per agevolare il movimento ripetitivo di braccia e gambe. Performance, idrorepellenza e comfort elevato, in grado di accompagnarti in ogni avventura, anche quando cade la luce: sono infatti composti da tessuto luminescente per una perfetta visibilità in condizioni di luce scarsa. Con cuciture termonastrate per una perfetta tenuta.

Post precedenti
Post successivi
Chiudi (esc)

Popup

Use this popup to embed a mailing list sign up form. Alternatively use it as a simple call to action with a link to a product or a page.

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto.
Continua